Progetto “CarbonForce”

Fibertech Group S.r.l., in collaborazione con il costruttore meccanotessile P.T.M.T. S.r.l. e con il Dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell’Informazione e della Produzione dell’Università di Bergamo, ha portato a termine un progetto di ricerca e sviluppo volto a implementare nel proprio ciclo produttivo una nuova tecnologia di tessitura della fibra di carbonio.

Obiettivo del programma, agevolato da Regione Lombardia a valere sul bando “Smart Living” stata la ricerca di soluzioni tecniche atte a permettere di realizzare tessuti in carbonio, tradizionali e unidirezionali, mediante l’impiego di filati di titolo maggiore rispetto a quanto abitualmente utilizzato.

I nuovi tessuti, destinati prevalentemente all’impiego nel campo del rinforzo materie plastiche e con proprietà tecniche avanzate e certificabili, rappresentano un innovazione sia dal punto di vista del prodotto che del processo produttivo. Il programma ha infatti garantito la possibilità di produrre tessuti con caratteristiche di resistenza strutturale superiori impiegando un numero grandemente inferiore di fili di ordito, così come tessuti che a parità di prestazioni risultano di spessore ridotto, e quindi di applicazione e impregnazione più semplice.

La riduzione del numero di fili di ordito impiegati assicura inoltre un consistente vantaggio in termini di ottimizzazione del processo produttivo, a livello di tempi e di costi per l’allestimento dei telai e di gestione del magazzino delle materie prime.

Il risultato è stato ottenuto sviluppando appositi dispositivi che, posti in linea con le macchine di produzione, provvedono all’allargamento di ogni singolo nastro di carbonio attraverso particolari e proprietari procedimenti che ne allargano le fibre, assicurando alle stesse una maggior complanarietà all’interno del tessuto.

Fibertech si è occupata della concezione, sviluppo e sperimentazione di tutti i sistemi di lavorazione dell’ordito e della progettazione, produzione e sperimentazione dei tessuti, mentre il partner P.T.M.T. ha lavorato ai sistemi per l’allargamento dei fili di trama ed all’integrazione dei sistemi nella logica di gestione dei telai. L’Università ha infine fornito supporto scientifico alle aziende, svolgendo anche tutti i test necessari e per la caratterizzazione dei prodotti frutto delle attività di sviluppo ed innovazione.